CIRCOLO  ARCI SCINTILLA

OTTOBRE-GENNAIO 2019

 

Via S.Mama, 75 Ravenna 48121 info:3319118800

mail info@mamasclub.it

 

Ingresso riservato ai soci Arci.

L’iscrizione si  può fare anche alle nostre serate.

WebMaster Italo Arfelli

LIBRO COMPLETO  

 

 

ì venerdì   sabatomusica lirica galleria foto dove siamo chi siamo

VENERDÌ 9 NOVEMBRE ORE 21,30

“Chickamauga”

Un racconto di Ambrose Bierce illustrato da Davide Reviati

Presentazione del libro e letture di Iacopo Gardelli”

 

INGRESSO LIBERO

La sua ultima lettera recita: «Per quanto riguarda me, parto domani da qui per una destinazione sconosciuta».

 

Era il dicembre del 1913: lo scrittore e giornalista settantunenne Ambrose Bierce scomparirà il giorno seguente in Messico, nei pressi della città di Chihuahua, forse al seguito dell'esercito di Pancho Villa. Il suo corpo non verrà mai più ritrovato: una degna fine per una delle biografie più tormentate e interessanti nel panorama degli scrittori dell'Ottocento.

 

I racconti brevi di Bierce sono presto diventati dei classici della letteratura americana, anticipando generi come l'horror e la weird fiction; la sua cruda visione degli orrori della guerra, maturata sul campo durante gli anni della Guerra Civile, lo porteranno a scrivere alcune delle pagine più dure e anti-militariste della tradizione statunitense.

È un maestro del fumetto di statura internazionale, Davide Reviati, a confrontarsi per la prima volta con il più misterioso e sulfureo scrittore americano. Ravennate classe '66, Reviati ha illustrato per Else edizioni il famoso racconto “Chickamauga”, pubblicato nel 1889. Il risultato è un volume corredato da una trentina di tavole originali, stampate manualmente in serigrafia in edizione limitata. Il prossimo 9 novembre

Davide Reviati

Nasce a Ravenna dove la famiglia, originaria di Parma, si trasferisce per l’assunzione del padre nel petrolchimico locale.  Dopo gli studi poco proficui all’ITI, sezione elettrotecnica, frequenta l'Accademia di Belle Arti e il c.f.p. Albe Steiner, dove insieme ad altri allievi fonda il gruppo VaCA (Vari Cervelli Associati) nel 1989. Le prime storie a fumetti compaiono sulla rivista autoprodotta Vaca Fujeton nei primi anni ’90. Dal 1997 collabora con la rivista Blue, diretta da Francesco Coniglio, con illustrazioni e storie brevi.

Illustra alcuni libri come l’edizione anastatica de L'Hospidale de' pazzi incurabili (Essegi, 1990) di Thomaso Garzoni e Bestiario dell'impiegatto (Vaca, 2001) di Gianni Zauli e pubblica su varie riviste come “Internazionale”, “Lo Straniero”, “Linus”, “Animals”, “Il Mucchio Selvaggio”, “La Nuova Ecologia”, “Kaos”, “Inguine MAH!gazine”, “Nonzi”, “Selene”, “Interzona”, “Tratti”, suoi disegni appaiono su Il Manifesto, La Stampa, L'Unità.

Lavora per il cinema realizzando storyboard e partecipando alla sceneggiatura di tre lungometraggi prodotti dal gruppo VaCA e diretti da Massimiliano Valli e Luisa Pretolani. Si dedica anche alla pittura e al teatro: insieme all’attrice e regista Elena Bucci, all’artista Claudio Ballestracci e all’associazione Rrose Sélavy, collabora al progetto teatrale Bambini - azione di teatro pittura e luce, che debutta al 33° festival Santarcangelo dei Teatri nel 2003.

È autore del romanzo a fumetti Morti di sonno, uscito per Coconino Press nel 2009. Il libro è tradotto in vari paesi, tra cui Francia, Spagna e Corea, e ottiene il Premio Attilio Micheluzzi 2010 al salone internazionale Napoli Comicon, il premio Romics 2009 al salone di Roma, il Prix Diagonale 2011 a Ottignies Louvain La Neuve, in Belgio, e il Prix dBD 2011 a Parigi. Nel 2011 la mostra Manuele Fior e Davide Reviati: tra Distanze e Ricordi, nell’ambito di Lucca Comics, lo vede al fianco di un altro autore italiano, Manuele Fior. Partecipa poi a mostre collettive come Graphicnovel.it – le roman graphique italien e Il Fumetto Italiano. Cinquant’anni di romanzi disegnati, che diventano itineranti toccando anche Francia e Germania.

Nel 2016 pubblica per Coconino Press il romanzo a fumetti Sputa tre volte, grazie al quale ottiene il premio Lo Straniero, il premio Boscarato e il premio Micheluzzi.

Iacopo Gardelli

Laureato in filosofia, si occupa di scrittura, giornalismo e critica teatrale, collaborando con giornali locali (Ravennanotizie.it, Ravenna & Dintorni, Corriere di Romagna) e tenendo corsi all'Università Bosi-Maramotti. Tra le sue pubblicazioni: la raccolta Tre dialoghi (Sbc, 2010); il romanzo teatrale La città sfinge. Rilettura in tre atti della novella di Nastagio (Edizioni del Girasole, 2014); il poemetto Coro a sei voci. Trasfigurazione poetica di un città (Lemon & Dust, 2014)

Assieme a Lorenzo Carpinelli nel 2016 mette in scena il monologo Santa Europa Defensora, di cui è autore; L'ultimo primitivo. Vita orfica di Dino Campana (2018), scritto con Elia Tazzari; e La tecnologia va in vacanza (2018), spettacolo per ragazzi.

Nel 2017 scrive il testo Scenderemo nel gorgo muti per il progetto “Dante in carcere”, che vede in scena i detenuti della casa circondariale di Ravenna e i ragazzi del Liceo classico “Dante Alighieri”. Nel 2018 vince il premio regionale “Il racconto in 10 righe” indetto dalla biblioteca Taroni di Bagnacavallo.