Home

Venerdi 16 dicembre   ore 21

BRUNO LAUZI  Un piccolo grande uomo

 Gianluigi Tartaull :voce e chitarra;

Luca Bombardi: pianoforte

 

INGRESSO 10 €

Sabati
   
 

Un piccolo grande uomo che non ha mai rinunciato, anche nei momenti più difficili, a raccontarci la vita con uno sguardo ironico e poetico. Bruno Lauzi è il più irregolare tra i cantautori genovesi. Le sue canzoni si distinguono per la particolare ironia e intelligenza, e arrivano a coloriture musicali che portano al jazz, tanto che nel 1969 registra un disco intero su musiche jazz di Tito Fontana. Ma Lauzi è un irregolare anche nei contenuti, che lo differenziano dai suoi colleghi cantautori, a cui rimprovera l'eccessivo legame con la politica e l'ideologia (tranne il "poetico Guccini"). Lauzi è uno dei pochi ad 'andare contromano', come recita un passo della sua canzone 'Io canterò politico'. Lo sarà fino alla fine. La malattia che lo porterà ad una morte prematura, il Parkinson, non gli impedirà di apparire e fare concerti, anche ironizzando sulla sua condizione.